fbpx

ESPLORA LA GROENLANDIA

//ESPLORA LA GROENLANDIA

Un’esperienza davvero unica nel sud della terra degli Inuit accompagnati da una guida di lingua italiana: in pochi giorni avrete la possibilità di conoscere questa terra fantastica ricca di contrasti. Conoscere il sud della Groenlandia significa addentrarsi più in là della frontiera con l’Artico, un mondo lontano in cui ancora oggi dimorano le popolazioni Inuit conservando il sapore del loro stile di vita tradizionale e della lotta dell’uomo per adattarsi in un luogo ostile dal clima molto rigido. Il paesaggio, con la tundra frondosa di colore verde intenso e i variopinti insediamenti locali, costituisce l’essenza di quest’avventura che rende, anche il misterioso Artico, a portata di qualsiasi viaggiatore dallo spirito avventuroso.

1° Giorno: Volo dall’Italia via Copenaghen o Reykjavik Keflavik (con pernotto se volo non in coincidenza) a Narsarsuaq. Incontro con la guida all’aeroporto e navigazione lungo il fiordo Tunulliarfik generalmente circondati da iceberg galleggianti, fino ad arrivare a Qassiarsuk.
Visita guidata della cittadina anticamente chiamata Brattahlid, l’antica capitale della Groenlandia vichinga, dove si stabilì Erik il Rosso quando iniziò la colonizzazione della Groenlandia nel 985. Visita delle rovine della chiesa e dell’insediamento di Erik il Rosso. Passeggiata per le strade del villaggio, abitato da circa 50 persone, quasi tutti contadini. Pernottamento e cena presso l’ostello/rifugio Leif Eriksson o il rifugio di Tasiusaq.

2° giorno: Trasferimento con imbarcazioni attraverso il fiordo di Tunulliarfik tra numerosi iceberg in direzione dell’Inlandis (la Calotta Polare). Sosta nella città di Narsaq, la terza città del sud con i suoi 1500 abitanti. Tempo libero per visitare la città, il mercato eschimese, il porto, il mercato delle pelli, la chiesa, il museo ecc. Prosegue poi la navigazione attraverso uno spettacolare fiordo circondati da enormi iceberg fino all’accogliente e magico accampamento di Qaleraliq, situato in una spettacolare spiaggia di sabbia fina davanti a tre fronti glaciali del ghiacciaio Qaleraliq, caratterizzato da una peculiare atmosfera magica, dal quale poter ammirare le spettacolari pareti verticali e il fenomeno del distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. L’accampamento è dotato di una grande tenda comune che funge da sala da pranzo, di una tenda equipaggiata dove si trova la cucina e da varie tende per il pernottamento. Pernottamento in tenda nell’accampamento di Qaleraliq.

3° giorno: Trekking fino al gran lago Tasersuatsiaq, uno dei più grandi del sud della Groenlandia, attraversando una desertica valle sabbiosa, per poi passare attraverso la tundra frondosa e raggiungere la cima senza nome di una montagna di 400 metri d’altitudine dalla quale si può ammirare una spettacolare vista del lago, della calotta polare, delle famose isole rocciose galleggianti chiamate “nunatak”, nonché la costa nord dell’isola e l’oceano Artico. Possibilità di avvistare i caribù, presenti in gran numero in tutta questa zona dove vivono allo stato brado, e di raccogliere bacche o funghi. Pernottamento in tenda nell’accampamento di Qaleraliq.

4° giorno: In mattinata partenza con speciali imbarcazioni e avvicinamento ai fronti glaciali che percorreremo per più di 10 km ammirando le spettacolari pareti verticali che si gettano sul mare, gli iceberg e il distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. In passato, questi fronti glaciali ne costituivano uno unico, più grande, ma a causa degli effetti del cambiamento climatico esso si è diviso in tre fronti diversi.
Sbarco su un lato del fronte glaciale ed inizio dell’escursione sul ghiacciaio. Indimenticabile camminata con ramponi (accessibile a tutti) attraverso una delle superfici ghiacciate più antiche del pianeta, esplorando le grotte, le crepe, i seracchi e le varie formazioni di ghiaccio che conferiscono al ghiacciaio un incredibile aspetto labirintico. Un’esperta guida d’alta montagna fornirà tutto l’equipaggiamento necessario per svolgere in modo sicuro l’escursione e accompagnerà il gruppo alla scoperta delle peculiarità dei ghiacciai del sud della Groenlandia. Un’esperienza unica, originale, eccitante che riesce a sorprendere tutti, sia quelli che per la prima volta vengono a contatto con questo mondo, sia quelli che già conoscono il mondo artico. Una delle zone più belle ed una delle migliori escursioni di tutta la Groenlandia. Pernottamento in tenda.

5° giorno: Navigazione fino a Itilleq. Escursione a piedi lungo il Kongevejen o “sentiero dei re” per raggiungere il villaggio di Igaliku abitato da solo 40 abitanti con fama di essere il “villaggio più bello di tutta la Groenlandia” dove si trovano le rovine di Gardar, l’arcivescovato e antica capitale religiosa della Groenlandia vichinga.
Nel pomeriggio ritorneremo a Itilleq e riprenderemo la navigazione fino al fiordo del Qoorooq, dove si può ammirare il fronte glaciale più spettacolare di tutta la regione navigando circondati da enormi iceberg e pezzi di ghiaccio che si sono staccati dal ghiacciaio stesso. Navigazione fino all’estremità del fiordo, dove è praticamente impossibile proseguire: qui potremo godere di una delle viste più emozionanti della Groenlandia.
Pernottamento presso l’ostello/rifugio Leif Eriksson di Qassiarsuk.

6° giorno: Breve trekking fino a una fattoria di Tasiusaq, dove abitano 7 persone in totale isolamento sulle sponde del fiordo di Sermilik solitamente bloccato dal ghiaccio proveniente dal ghiacciaio Eqaloruutsis. Questa non è la sola fattoria della zona. Continueremo infatti il trekking fino a raggiungere la fattoria di Nunataaq, dove potremo ammirare delle antiche rovine: questo luogo infatti un tempo fu una delle sedi dei leggendari vichinghi. Possibilità di passeggiare nella zona per godere delle impressionanti viste sulla Baia di Tasiusaq e sui numerosi iceberg che la ricoprono. Ammireremo anche il paesaggio dei laghi nascosti nella tundra.
Cena di arrivederci a base di specialità Inuit. Pernottamento presso l’ostello/rifugio Leif Eriksson o l’ostello/rifugio di Tasiusaq.

7° giorno: In mattinata si attraversa il fiordo diretti a Narsarsuaq dove si effettua il trekking della “Valle dei mille fiori”, una delle escursioni più famose di tutta la regione. La valle, formatasi nel tempo dal retrocedere dei ghiacci con la conseguente sedimentazione glaciale, è famosa per l’abbondanza di fiori. Il trekking prosegue lungo un sentiero con un certo dislivello fino alla cima, dove si trova il ghiacciaio Kiattut dal quale si possono ammirare delle viste spettacolari del ghiacciaio, la valle e i numerosi nunatak presenti nel fiordo. Pernottamento presso l’ostello/rifugio Leif Eriksson o l’ostello/rifugio di Tasiusaq.

8° giorno: Trasferimento da Qassiarsuk a Narsarsuaq; tempo a disposizione per un’ultima passeggiata, una visita al museo locale e/o per le ultime compere.
Volo per l’Italia via Copenaghen o Reykjavik Keflavik. (con eventuale pernotto per coincidenza voli).

PREZZO SU RICHIESTA

per persona

8

GG

Richiedi maggiori informazioni!

Info utili

  • Aeroporto di arrivo

    Narsarsuaq

  • Fuso orario

    -4

  • Moneta

    Corona danese

  • Documento necessario

    Passaporto

Il pacchetto comprende

  • 7 notti in strutture come da programma

  • Trasferimenti come da programma

  • Assistenza 7/24
  • Assicurazione viaggio

Il pacchetto non comprende

  • Volo di A/R dall’Italia (disponibile su richiesta)
  • Pranzi, cene e spuntini
  • Visite guidate

  • Tutto ciò che non è specificato nella lista “Il pacchetto comprende”
Destinazione: Idee di Viaggio|